Il profilo di ruben d'agostino
Nome Artista ruben d'agostino
Stato attivo
Registrato 28 Dic 2015
Località napoli
Sito Web http://www.rubenartedesign.it/
Email pubblica per contatti estrella74@hotmail.it
Biografia Ruben D'Agostino nasce a Napoli il 2 marzo del 1981. Figlio di architetti, cresce in un ambiente creativo e ricco di stimoli. Fin dall’adolescenza mostra una spiccata propensione per le arti grafiche e la costruzione di oggetti con ogni sorta di materiali. Diplomatosi in studi classici, decide, da subito, di dedicarsi alla sua grande passione: le motociclette. Per circa 10 anni si dedica alla cura e personalizzazione delle due ruote, per sè, per gli amici e committenti. Nel 2007 partecipa ad un corso bandito dalla Ducati, dove si specializza e ottiene il diploma di esperto in "restauro e conservazione di marche di moto d'epoca italiane" .
Continua a lavorare sulle motociclette, ma non abbandona mai i suoi progetti artistici.

Osserva quello che accade intorno a lui e sviluppa con il tempo un sempre maggiore senso critico verso la società che vede pian piano avvicinarsi ad un baratro, manifestando il suo disappunto in semplici schizzi, disegni o foto, ai quali si ripromette di dedicarsi con maggiore cura dopo aver trovato una maggiore tranquillità interiore.

Questo avviene gradualmente verso la fine del 2011, quando per caso ritrova il suo primo esperimento grafico da "adulto" realizzato nell'aprile del 2001.

Il lavoro di Ruben strizza l’occhio alla POPART, rivolgendo la propria attenzione ad oggetti, miti e linguaggi della società dei consumi.

Tuttavia, diversamente dalla POPART, il suo “popular” non è da intendersi come arte di massa, di produzione in serie, bensì come arte per il popolo.

L’artista si rivolge alla società contemporanea, in profonda crisi, senza prospettive e che guarda al passato con rancore. Nelle sue opere si scorgono i responsabili di crimini umani terrificanti e il piacere ludico della scoperta. Con animo da rigattiere, raccoglie supporti e recupera oggetti di un passato vicino, li rielabora, facendoli diventare i componenti imprescindibili delle sue opere.

Tramite un gesto, che potremmo definire “ecologico”, carica gli oggetti di un significato altro, innescando associazioni molteplici nelle sue opere che a volte hanno un aspetto appetibile e rassicurante, come i ritratti con sigaro, ed altre volte pericolosamente repulsivo, come la serie “omicide”.

Nei lavori di piccole dimensioni immortala effigi partenopee e simboli del sogno americano, ibrida le immagini del cinema d’azione d’oltreoceano, della pubblicità (quella ingannevole) e della cronaca, adottando una tecnica che richiama, nel tratto nero di contorno e nei riempimenti a pieno colore, il disegno semplificato del fumetto. Le opere di Ruben si muovono tra il nostalgico e l’ironico, tra la serenità e la catastrofe emotiva con tutta la libertà di chi non sente di dover dimostrare nulla a nessuno, se non la propria intensità espressiva.
file caricati 7
Ultimo file caricato
Premi per vedere tutte i file caricati da ruben d'agostino